Chimica: giovedì in Senato inizia l’indagine conoscitiva sulle prospettive del settore.

27 novembre 2015

Inizieranno giovedì 3 dicembre, in Commissione Industria del Senato, le audizioni relative all’indagine conoscitiva sulle prospettive del settore della chimica in Italia, proposta dal senatore del PD Salvatore Tomaselli, capogruppo PD nella stessa Commissione. Nei giorni scorsi, il parlamentare aveva, infatti, avanzato tale proposta, anche a seguito della ventilata cessione da parte di ENI di una quota di Versalis ad un partner straniero. Cessione peraltro confermata dall’Amministratore delegato di Eni Claudio Descalzi.

Il primo ad essere audito sarà proprio l’Amministratore delegato di Versalis Daniele Ferrari.

“Considerato il ruolo strategico per il sistema Paese del comparto della chimica – afferma il sen. Tomaselli – ho proposto e ottenuto l’avvio in commissione Industria di Palazzo Madama di un’indagine conoscitiva sulle prospettive della chimica in Italia.
Tanto più ora che esiste l’ufficialità circa l’intenzione di Eni di cedere quote di Versalis, la controllata che gestisce il settore chimico del gruppo.
E’ bene, infatti, che su questa operazione si agisca con la massima chiarezza per quanto riguarda gli obiettivi, e con la massima trasparenza sui programmi che si intendono seguire.

Abbiamo apprezzato le prime dichiarazioni del management di Eni con cui si anticipa che il gruppo guidato da Descalzi non mira a un totale disimpegno dal settore. Obiettivo che ritengo possa essere condivisibile se vincolato, ovviamente, ad una strategia di salvaguardia dei livelli occupazionali, di tutela del patrimonio di know-how e di capacità produttiva e di consolidamento del profilo industriale, come richiesto, peraltro, dalle stesse organizzazioni sindacali nazionali e territoriali, a cominciare dalla salvaguardia e valorizzazione del stabilimento di Brindisi, uno dei siti strategici e tra i più efficienti dell’intero gruppo.
Sono certo che tutto sarà possibile solo se Eni manterrà una quota partecipazione significativa e non simbolica nell’eventuale joint venture che dovesse nascere da tali trattative.

I lavori inizieranno, dunque, giovedì prossimo – conclude il sen. Tomaselli – con l’audizione dell’ingegner Ferrari, Amministratore delegato di Versalis, cui seguirà un ciclo di audizioni che, come ho proposto, chiamerà in Senato i principali soggetti interessati tra cui: la stessa ENI, Confindustria e Federchimica,le organizzazioni sindacali CGIL, CISL, UIL, UGL, le più importanti aziende che operano nella chimica verde NOVAMONT, MATRICA, MOSSI e GHISOLFI, e, infine, il Ministro dello Sviluppo Economico”.

Commenti