Brindisi, assegnati 25 milioni di euro recuperati nel 2014.
Politica locale / 10 maggio 2015

Il ministro dell’Ambiente Gianluca Galletti ha trasmesso, nella giornata di ieri, al Presidente del Consiglio Matteo Renzi tutta la documentazione necessaria affinché il CIPE (Comitato Interministeriale di Programmazione Economica) inserisca all’ordine del giorno della prossima seduta utile la proposta relativa all’assegnazione definitiva dei 25 milioni di euro stanziati per il finanziamento degli interventi proposti dagli Enti territoriali competenti per il Sito di Interesse Nazionale (SIN) di Brindisi e funzionali all’attuazione dell’accordo di programma per la messa in sicurezza e la bonifica dell’area del SIN di Brindisi del 18 dicembre 2007. A renderlo noto è il senatore del Partito Democratico Salvatore Tomaselli, il quale esprime soddisfazione “per l’esito positivo di questo lungo e complesso lavoro di definizione puntuale degli interventi tra il Ministero dell’Ambiente, il Comune di Brindisi, la Provincia di Brindisi, il Consorzio ASI e la Regione Puglia.

Micorosa, Al via fase esecutiva per la messa in sicurezza dell’area.

Con la firma nei giorni scorsi da parte del Ministro dell’Ambiente Galletti del “Decreto di urgenza di avvio dei lavori” parte la fase esecutiva per la messa in sicurezza dell’area di Micorosa, l’enorme discarica a cielo aperto di fanghi chimici realizzata in modo irresponsabile oltre trenta anni fa a ridosso dell’area dell’ex petrolchimico e, soprattutto, contigua al mare e al Parco naturale regionale Saline di Punta della contessa.